Under illude, la Roma delude: giallorossi sconfitti 2 a 1 dallo Shakhtar

0
under

Dopo un primo tempo ben gestito dalla Roma e chiuso con il vantaggio di Under, la Roma crolla sui colpi di Ferreyra e Fred nonostante i miracoli di Alisson. Si decide tutto all’Olimpico.

Cominciano male gli ottavi di Champions League per la Roma di Di Francesco. I giallorossi dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio con il gol ancora di Under (5 gol in 4 partite), crollano nella ripresa dimostrando ancora una volta la poca concentrazione e la poca reattività della squadra. Gli unici a salvarsi sono appunto il turco Cenzig Under e il portiere Alisson che si conferma ancora una volta decisivo salvando due volte la Roma dal tracollo. La partita termina 2 a 1, un risultato che lascia ancora molte speranze in chiave qualificazione, ma evidenzia di fatto le innumerevoli lacune giallorosse in termini di carattere e concentrazione. under

PRIMO TEMPO – FLORENZI ASSENTE, UNDER SEGNA ANCORA

La Roma inizia la partita mostrando fin da subito il suo lato debole, ossia quello destro, governato da Florenzi come terzino, un ruolo non suo e condizionato anche dall’influenza. Per il resto la Roma mostra una buona gestione della palla, non rischiando troppo e creando diverse occasioni con Perotti, Dzeko, FazioUnder e Manolas, con quest’ultimo che si divora il vantaggio al 20′ su un calcio d’angolo (uno dei 7 arrivati nella prima frazione) battuto da Kolarov e indirizzato direttamente fuori dal greco. Più tardi un Dzeko sottotono viene servito splendidamente da Perotti ma il suo piatto destro è più un tranquillo passaggio al portiere ucraino. Ma poco dopo il bosniaco si fa subito perdonare servendo un’assist magistrale al turco Cenzig Under che, anche calciando male, mette la palla in rete per l’1 a 0 dei giallorossi. Siamo al 41′ e la Roma riesce cosi a chiudere il primo tempo con un vantaggio quasi meritato.

SECONDO TEMPO – ALISSON SALVA, FRED INFLIGGE LA SCONFITTA

under

Dopo un primo tempo chiuso in vantaggio ci si aspetta di vedere una squadra ancora più cattiva. pronta a dare il massimo e a cercare il raddoppio. Invece il pubblico si è trovato davanti una Roma spenta, con poca lucidità e intimorita dagli avversari che poco dopo, al 55′, serviti da Florenzi, apre a Ferreyra la strada per il pareggio e, da lì, è soltanto Shakhtar. Alisson fa un paio di miracoli, ma non può nulla sulla punizione di Fred che prima bacia la parte bassa della traversa e poi finisce in rete. Di Francesco, un po’ in ritardo, cambia tutta la fascia destra: fuori Florenzi e Cengiz Under, dentro Bruno Peres e Gerson, che va subito al tiro. Esce anche Nainggolan, che non si è mai visto nel ruolo di trequartista, e anche De Rossi va in debito di forza. Il finale è drammatico, con Ferreyra che pensa di aver già segnato il 3-1 ma si vede stoppato da Bruno Peres. Scintille nel finale tra Perotti e Taison.underunder

 

 

 

 

Ora quindi si deciderà tutto all’Olimpico il 13 Marzo, con un risultato neanche troppo sfavorevole, ma una prestazione invece tutta da rivedere, o almeno il secondo tempo. E domenica sempre all’Olimpico arriva anche il Milan di Gattuso, reduce da ben 8 otto risultati utili consecutivi, un’altra prova di forza per gli uomini di Di Francesco.