Trasporti: stanziati dal Governo 425milioni per le metropolitane di Roma

0
giovanni
https://upload.wikimedia.org/

In arrivo risorse per 425,52 milioni di euro da destinare a interventi per le linee metropolitane A e B di Roma Capitale

Fondi dal Ministero

Roma ne ha veramente bisogno. Ritardi sempre maggiori, alti flussi di persone che ne usufruiscono e linee metropolitane al collasso, specialmente in alcuni orari critici. Lo stanziamento arriva dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti attraverso un decreto che conta 1,397 miliardi destinati alle linee metropolitane, filoviarie e del trasporto rapido di massa. Queste risorse, insieme ai 665,77 milioni approvati in precedenza, ammontano a 2,063 miliardi per tutta l’Italia.

Per Roma

Alla capitale sono state assegnate risorse per 425,52 milioni, destinate a interventi per le linee metropolitane A e B. In particolare, si tratta di interventi di adeguamento dell’alimentazione elettrica, dell’impianto idrico e antincendio, delle banchine di galleria e via cavi. Inoltre, è stata finanziata la fornitura di 14 nuovi treni: 2 treni per la linea A e 12 treni per la Linea B. Per la linea A sono state erogate risorse idonee a manutenzioni straordinarie rotabili, nonchè per il rinnovo dell’armamento nella tratta Anagnina-Ottaviano e per il rinnovo del sistema di controllo traffico, con un nuovo impianto per le informazioni al pubblico.

Le parole della Sindaca

“Con queste risorse avremo nuovi treni a servizio dei cittadini, diminuendo quindi i tempi di attesa alle banchine e dando nuova linfa al trasporto pubblico locale”. Queste le parole della sindaca Virginia Raggi. Proprio questo si augurano i cittadini di Roma, dato che si tratta di una importante infrastruttura, utilizzata ogni giorno da tantissimi pendolari. Che Roma raggiunga i livelli delle città europee.

Le parole del Presidente della Regione

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti apprezza la scelta fatta dal Governo e afferma “Si tratta di un impegno che va incontro alla necessità, che abbiamo sentito e perseguito anche noi in questi anni al governo regionale, di sostenere la “cura del ferro” come principale strumento di promozione della mobilità sostenibile”.