Tragedia del Pollino: due fidanzati romani tra le vittime

0
torrente

La coppia era in vacanza in Calabria ed è stata travolta dal torrente in piena che non gli ha lasciato scampo. Vicinanza dalle istituzioni alla ai famigliari.

Erano partiti in camper per staccare un pò dal caos cittadino. Da Torpignattara sono arrivati in Calabria, dove si è conclusa la loro vacanza. E purtroppo anche la loro vita. I due hanno condiviso la sorte di altre otto persone, anch’esse travolte dal torrente in piena. Si chiamavano Carlo Maurici, tatuatore, e Valentina Venditti, fotografa, e convivevano in un appartamento di via Pietro Rovetti.

torrente

La coppia non faceva parte di alcun gruppo organizzato e aveva acquistato i biglietti per l’escursione a Civita di Castrovillari. Il loro obiettivo era una semplice gita in canyoning lungo le gole di Raganello, il torrente che ha dato loro la morte travolgendoli. Nulla da fare per i due, ritrovati dai soccorritori poco distanti l’uno dall’altro, con ancora indosso il caschetto. Un primo riconoscimento è stato possibile grazie a uno dei due i tatuaggi che aveva Carlo Maurici.

Trasferiti in due diversi ospedali calabresi, le loro salme sono state riconosciute dalla sorella di Valentina. Vicinanza ai familiari della coppia la Sindaca di Roma Virginia Raggi: “Esprimo profondo cordoglio per la morte degli escursionisti travolti dalla piena del torrente Raganello, in Calabria. Due giovani venivano da Roma. La città è vicina alle famiglie colpite da questa tragedia“. “Vicinanza e cordoglio alle famiglie delle vittime e a chi è rimasto coinvolto nei drammatici fatti del Pollino in cui sono deceduti anche due giovani romani: Carlo Maurici e Valentina Venditti. – ha fatto eco il Governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti – Un sincero ringraziamento va anche ai soccorritori per l’encomiabile lavoro che stanno svolgendo“.