Santa Severa, estate nel castello “baciato dal mare”

0
Castello di Santa Severa
Ilaria Porrone

Roma.Zon ha visitato il Castello di Santa Severa, riaperto nel 2017 dalla Regione Lazio. La struttura ospita cinque musei, un ostello con 14 stanze e in estate si trasforma in palcoscenico per eventi e spettacoli, in collaborazione con Coopculture

Un castello “baciato dal mare”, uno dei luoghi più suggestivi del territorio laziale. Riaperto nel 2017 dalla Regione Lazio, grazie all’accordo con Mibact e il Comune di Santa Marinella, il Castello di Santa Severa è gestito attualmente dalla società LAZIOcrea, che insieme a Coopculture sta trasformando la struttura in un polo culturale di riferimento della Regione.

Il castello

Museo del Mare
Redazione

Situato lungo la costa tirrenica a nord di Roma, il Castello di Santa Severa sorge sui resti dell’antica Pyrgi, uno dei porti di Caere, l’antica Cerveteri. Dal 1492 al 1980 il castello è stato un possedimento dell’ordine del Santo Spirito, dal 2014 la Regione Lazio ha voluto la riapertura estiva e l’inizio di un nuovo percorso di valorizzazione della struttura. Oltre alla possibilità di visitare cinque musei, tra cui l’innovativo museo del mare, ed accedere alla Torre Saracena, dallo scorso aprile è possibile anche soggiornare nel castello. A disposizione dei viaggiatori è stato infatti inaugurato un ostello composto da 14 camere per accogliere fino a 42 ospiti, con una sala comune con cucina e lavanderia. Insieme all’ostello è stato inaugurato anche l’Innovation lab. Perciò attraverso la tecnologia di LAZIOcrea, sarà possibile effettuare un tour virtuale, salendo a bordo di una nave fenicia o visitando i templi dell’antica Pyrgi.

Estate 2018: gli eventi

Castello di Santa Severa
Redazione

La struttura, oltre all’offerta museale, offre per l’estate 2018 un calendario ricco di eventi. La stagione degli eventi di Arte Contemporanea, curata da Romina Guidelli ha realizzato un percorso di mostre dedicate a migranti, viaggiatori e Mare Nostrum. Seconda edizione per ART ONE SHOT, un format creato per l’incontro di artisti e pubblico, protagonisti Patrizia Molinari (30 giugno) e Stefano Trappolini (7 luglio). Infine appuntamento il 19 agosto per La Notte Bianca delle Stelle, con l’osservazione guidata delle stelle con gli astroricercatori del C.N.A.I. sulla spianata dei Signori. Per tutta l’estate saranno organizzate visite guidate serali, reading e lezioni di yoga all’interno del Castello.