Roma, vittoria di misura a Cagliari: Champions più vicina

0
roma

I giallorossi battono i sardi grazie al gol del turco Under al 15′ e alle parate di Alisson. Ora manca solo un punto per la Champions League.

A Cagliari la Roma soffre ma vince una partita fondamentale in chiave Champions League. Allo stadio “Sardegna Arena” i giallorossi passano in vantaggio dopo 15 minuti grazie al colpo da biliardo del turco Cenzig Under che risulterà decisivo. La squadra di Eusebio Di Francesco rischia molto nel secondo tempo, ma viene salvata da un miracoloso Alisson e dagli errori clamorosi dell’attaccante brasiliano Diego Farias che si divora per due volte il gol davanti al portiere connazionale. Una vittoria che conferma la maturità della squadra e la capacità di saper soffrire e gestire le poche energie rimaste dopo la disfatta con il Liverpool.

roma

Ora la Champions è distante solo un punto, vista anche la frenata della Lazio che ha pareggiato in casa con l’Atalanta. Per il Cagliari invece ora la salvezza si fa più complicata, precipitando dopo questa sconfitta al terzultimo posto che significherebbe Serie B. Anche se comunque la lotta per non retrocedere è ancora molto viva, con ben 5 squadre staccate di solo 1/2 punti. I sardi inoltre hanno protestato per un rigore non dato dopo il contatto tra Kolarov e Farias. L’arbitro ha giudicato però tutto regolare.

CAGLIARI “UNDER” PRESSURE, LA ROMA VINCE DI CARATTERE

roma
www.ansa.it

La Roma dopo la partita con il Liverpool arriva in Sardegna stanca sia psicologicamente che fisicamente, ed infatti proprio nel riscaldamento del match é costretta a rinunciare anche a Manolas, che ha accusato un risentimento muscolare. Al suo posto Di Francesco schiera Capradossi, al suo debutto in Serie A. Quindi difesa a quattro con Peres sulla destra, a centrocampo Gonalons e De Rossi davanti al tridente Gerson, Nainggolan, Under che sostiene l’unica punta Dzeko, ancora una volta.

Il Cagliari parte bene, anche se il clima intorno non è dei migliori: contestato il presidente Giulini e giocatori minacciati con cori prima e durante il match. Ma Deiola già dopo 16 secondi sfiora il gol, con un sinistro che per poco non sorprende Alisson. La Roma sembra quasi attendere, il Cagliari invece spinge a testa bassa e all’8′ si rende pericoloso con Farias: destro a giro dal limite, in posizione centrale, anche questo di poco a lato. Poi, all’improvviso, due fiammate Roma. Ünder fa prima le prove generali del gol, facendosi salvare sulla linea da Lykogiannis al 13′ una conclusione a botta sicura. Ma due minuti più tardi è la volta buona: Dzeko lavora alla perfezione un pallone al limite dell’area e serve il turco che controlla con il sinistro, rientra e calcia con il mancino a baciare il palo lontano, per il suo settimo gol in campionato.

roma

roma

Il Cagliari riprende a pressare, la Roma gestisce il risultato cercando di rallentare i ritmi. Poi nel finale di primo tempo il Cagliari si rende pericoloso prima con Pavoletti fermato da Alisson, poi il brasiliano deve intervenire anche su un tentato autogol di Bruno Peres. Al 39′ Deiola lascia partire un sinistro che non finisce molto lontano dai pali.

Di Francesco decide di cambiare nel secondo tempo vista la sofferenza sulla sinistra spostando Gerson centrale e Nainggolan nel tridente d’attacco del 4-3-3. Ma la storia non cambia e pochi secondi dopo l’inizio della ripresa Alisson esce male su un pallone lanciato in area, Farias ne approfitta ma sbaglia il tiro che finisce in angolo. Il Cagliari riprende il pressing e mette in difficoltà la Roma che si accende solo in qualche frangente.

Al 55′ i sardi sprecano clamorosamente con Farias che solo davanti al portiere si divora il gol del pari inciampando sul pallone che termina fuori. La Roma prova a rispondere con Dzeko (tiro di poco a lato), poi perde Bruno Peres per guai muscolari che viene rimpiazzato da Florenzi. Al 22′ un’altra buona occasione con Nainggolan che però spara alto. Pochi minuti dopo Capradossi esce per crampi e viene sostituito da Silva, adattando Kolarov nell’insolita posizione di centrale difensivo con il brasiliano sulla sinistra. E proprio il nuovo entrato rischia di compromettere la partita. Un pasticcio difensivo lascia libero Farias (lasciato indisturbato anche da Florenzi) di andare in porta prima dell’intervento di Kolarov che manda in angolo. Fischi dei tifosi sardi che chiedono il rigore per un fallo del difensore serbo, anche se è abbastanza evidente che prende prima la palla (nell’occasione espulso per proteste il vice di Lopez, Fini).

Il brasiliano Farias esce tra i fischi sostituto da Sau. L’attaccante appena entrato ha una splendida occasione dopo l’ennesimo svarione difensivo della Roma ma il tiro sbatte ancora contro Alisson. L’arbitro concede sei minuti di recupero in cui succede poco e niente, prima del fischio finale che consegna alla Roma una vittoria fondamentale e condanna il Cagliari a un finale di stagione molto rovente, con la salvezza appesa a un filo.