Roma Tpl, Campidoglio pronto a fermare il contratto

0

Caos in commissione trasporti: l’assessora Meleo denuncia: “Ci sono criticità”. Si ipotizza lo stop al contratto con Roma Tpl e un nuovo banda di gara

Il caso è scoppiato ieri, nel corso dell’audizione davanti alla commissione capitolina Trasporti. L’assessora Linda Meleo ha messo in luce le criticità legate all’operato di Roma Tpl. La società, che gestisce circa il 20% del trasporto pubblico romano (in particole le linee periferiche), è da anni in difficoltà con il pagamento degli stipendi.

Il  Campidoglio sta dunque considerando l’ipotesi di recidere il contratto con Roma Tpl, anche se prima occorre valutare le implicazioni giuridiche che, a quanto pare, risultano essere più complesse del previsto. La società, infatti, si era impegnata a pagare i dipendenti; secondo quanto riportato da un verbale della Prefettura che risale ad aprile 2016. Un impegno a cui però non è corrisposto nessun atto pratico. Altra problematica riguarda la presenza di aziende uscite dal consorzio, che continuano tuttavia a prestare servizio, come altre tre imprese subappaltatrici in assenza di contratto.

Sulla base di queste inefficienze, nel suo intervento in commissione Trasporti, Linda Meleo ha proposto di pagare solo i chilometri effettuati dalle società regolari:

“Il 25% dei chilometri percorsi dai bus del consorzio è effettuato senza titolo. Al primo posto per noi ci sarà sempre la legalità. Per questo gli uffici hanno deciso di pagare solo il chilometraggio effettuato dalle società titolate ad erogare il servizio, pari al 75%”

Secondo quanto riportato dall’assessora, il consorzio Roma Tpl avrebbe inviato una lettera di chiarimenti ritenuta però inadeguata e insoddisfacente:

Linda Meleo

“Una risposta che reputo addirittura offensiva perché in palese contraddizione con una loro precedente comunicazione. Una presa in giro visto che allegano un documento di sei mesi fa in cui Roma Tpl si impegnava a sanare quelle irregolarità. Cosa che invece ad oggi non è stata fatta. A tutto ciò si aggiunge il problema del mancato pagamento degli stipendi ai lavoratori. Roma Tpl sostiene di avere capacità finanziaria per proseguire il servizio. Perché allora gli stipendi non vengono pagati?”

Meleo propone infine un incontro con la Prefettura per ovviare a una situazione sulla via della rottura: “una delle ipotesi che stiamo valutando è quella della risoluzione del contratto”.

Intanto Roma si prepara ad affrontare un venerdì nero per i trasporti: previsto per il 25 novembre uno sciopero di 24 h su tutte le linee Atac