Roma, Quintavalle sospesa dall’Atac per la denuncia a Le Iene

0
atac-roma
www.insella.it

Micaela Quintavalle sospesa per aver denunciato le condizioni delle vetture dell’Atac a Le Iene: “Non mi tapperanno la bocca”

L’Atac, azienda romana dei trasporti pubblici, famosa perlopiù per la sua ormai discussa e conosciuta inefficienza, nell’ultimo periodo ha dato il meglio sé con l’improvviso incendio di due autobus nella stessa giornata. Questi episodi, aggiunti a tanti altri, tra cui i rinomati ritardi o spesso la totale assenza di autobus, mettono in pericolo l’incolumità dei passeggeri e non solo. A denunciare le pessime condizioni dei servizi dei mezzi pubblici è Micaela Quintavalle, fondatrice del sindacato Cambia-Menti (di cui fanno parte molti autisti e macchinisti) e dipendente dell’azienda di trasporti pubblici capitolina, che in data odierna ha ricevuto comunicazione della sua sospensione a tempo indeterminato dopo aver notificato i guasti dei bus e quant’altro al conosciuto programma televisivo Le Iene.

Le parole della Quintavalle

www.democratica.com

“Non è in nome del codice etico dell’Atac che io chiuderò la bocca, io rispetto il codice stradale e il codice penale. Io sono disposta anche a perdere il lavoro pur di denunciare che l’azienda costringe i lavoratori ad andare contro codici molto più importanti del suo codice etico“. Sono queste le parole della sindacalista che già più volte ha denunciato le pessime condizioni dei mezzi pubblici di Roma. A causa di ciò ha ricevuto diverse sospensioni ma mai a tempo indeterminato, che sembra porre in essere la premessa di un probabile licenziamento. La dipendente, o forse ormai ex, continua sottolineando che non le interessa mettere in gioco il suo stipendio e il suo futuro. Preferisce mettere al primo posto l’interesse verso la sicurezza degli utenti e dei lavoratori.

Testimonianze scottanti

Una testimonianza non di certo comune quella della Quintavalle. Oltrepassa l’omertà che oggigiorno padroneggia la società contrastando il codice etico di cui proprio lei ci parla, quella cui tutti fanno capo pur di assicurarsi ogni giorno un posto di lavoro. Queste sono le dinamiche di quella che dovrebbe essere una delle linee di mezzi pubblici più efficienti a livello nazionale e non. Ad oggi il servizio pubblico romano dovrebbe quantomeno garantire la sicurezza di non diventare cenere per aver deciso di prendere un autobus.