Rifiuti, Roma tra le peggiori per costi

0
WCENTER 0TLFAESHEH MARCO ZEPPETELLA AG. TOIATI Rifiuti VI Municipio nella foto: via acqua bullicante

Roma è una delle città peggiori per ciò che concerne la pulizia. Un rapporto della Confartigianato attesta l’insoddisfazione generale dei cittadini sui rifiuti

Il problema dei rifiuti è sicuramente alla base di alcune delle campagne elettorali dei candidati per le amministrative ma la situazione presente nella Capitale non sembra migliorare. Roma è lontanissima da città come Verona, Bologna e Torino, dove rispettivamente il 71%, 49% e 47% della popolazione si dichiara soddisfatto del servizio di pulizia.

SRifiutiecondo un rapporto della Confartigianato, la raccolta rifiuti costa al cittadino romano in media 249,9 euro pro capita, ben il 50,9% in più della media nazionale e quasi il 10% in più rispetto al 2010. Proprio per questo, solo il 9% dei cittadini considera la capitale pulita. Tra questi, il 22,6% è soddisfatto circa la pulizia dei cassonetti, il 21,7% delle aree intorno ai cassonetti e il 21,3% della pulizia nella propria zona. Ne consegue un calo delle soddisfazione generale del 17.7%.

Ne consegue che Roma non riesca ad affrontare questa emergenza nonostante passare la scopa per strada costi in media tre volte e mezzo di più che in altre città. Infatti il costo del servizio di igiene urbana è di 41,18 cent/kg, superiore del 24,9% rispetto alla media nazionale probabilmente a causa dello “spazzamento” che costa alla capitale 15,71 cent/kg, tre volte e mezzo maggiore della media nazionale.

Una situazione preoccupante, battuta dall’insoddisfazione dei cittadini di Palermo dove solo il 7% dei cittadini apprezza il lavoro del servizio pubblico per l’igiene nelle strade. Sono dati che sicuramente non lasceranno i candidati indifferenti e che richiedono una risposta immediata.

Fonti: La Repubblica, Ansa