Ricette mediche rubate e falsificate. Due arresti a Roma

0
Ricette mediche
Falsificate ricette mediche a Roma. Esenzione totale del ticket

Rubate e falsificate ricette mediche per esenzione ticket. Arrestata coppia di napoletani nel centro di Roma

I carabinieri del Nas di Roma hanno fermato e arrestato una coppia di napoletani che con la falsificazione di ricette mediche ottenevano gratuitamente medicinali costosissimi dalle farmacie della Capitale. I due malviventi, di 50 e 49 anni, sono stati fermati dalle forze dell’ordine con le accuse di truffa e ricettazione.

I dipendenti della farmacia, sita in via del Corso a Roma, si è insospettito della presenza dei due e ha avvisato il comando dei Carabinieri di piazza Venezia fornendo una dettagliata descrizione. I truffatori sono stati trovati e bloccati nei paraggi di due farmacie della zona.

Il primo ad essere rintracciato è stato l’uomo il quale era in possesso di una ricetta con nominativo fasullo e con un codice di esenzione totale in fila mentre aspettava di prendere un farmaco dal valore di più di 50 euro a confezione.

La donna invece è stata fermata all’uscita di una farmacia già in possesso di ben quattro confezioni dello stesso medicinale e con la stessa modalità: esenzione totale. I due sono stati subito perquisiti e quindi trovati in possesso di 80 confezioni del medicinale per un costo complessivo di 3700 euro e di oltre 70 ricette falsificate.

Le indagini hanno portato alla scoperta di numerosi medicinali immessi sul mercato in maniera illegale da parte dei due napoletani. I Carabinieri sollecitano all’attenzione dei commercianti questo tipo di truffe chiedendo loro la massima accortezza e tempestività nel contattarli. Le forze dell’ordine, infatti, si sono rese disponibili all’immediato intervento in caso di necessità.

I malviventi ora si trovano nel carcere romano di Regina Coeli a rispondere delle varie accuse rivoltegli dai Carabinieri. “Il diritto alla salute del cittadino va salvaguardato ad ogni costo” queste le parole del comando delle forze dell’ordine che stamattina hanno svolto l’operazione di arresto.