Una leggenda di oltre 70 anni: il Quartetto Borodin torna a Roma

0
Quartetto
Redazione

Dopo molti anni, ritorna a Roma il mitico Quartetto Borodin, il miglior quartetto russo e uno dei migliori a livello mondiale

Sabato 3 marzo alle 17.30 l’Istituzione Universitaria dei Concerti (IUC) presenta un concerto del Quartetto Borodin. Il mitico quartetto ritorna a Roma dopo molti anni, dopo Parigi e Mosca e prima di Londra ed Amsterdam, facendo tappa all’Aula Magna della Sapienza. Si tratta di uno dei più longevi quartetti al mondo. Infatti nel 2015 ha festeggiato i settanta anni di attività, essendo stato fondato nel 1945  (si chiamava Quartetto Filarmonico di Mosca) da quattro studenti del Conservatorio di Mosca.

Quartetto
Redazione

Qualità interpretativa e tecnica

Durante tutti questi anni, il Quartetto Borodin non ha mai interrotto la propria attività e ha mantenuto intatta la bellezza timbrica e la finezza tecnica e musicale. I componenti sono inevitabilmente cambiati rispetto a quelli originari. Non si sono però modificati i due princìpi che da sempre lo caratterizzano: la provenienza di tutti i suoi membri dal Conservatorio di Mosca e l’incessante ricerca di una qualità altissima, a livello sia di interpretazione che di tecnica. Oggi, il Quartetto Borodin è considerato una leggenda ed è unanimemente il miglior quartetto russo ed uno dei migliori in campo mondiale. Attualmente i membri sono: Ruben Aharonian, Sergei Lomovsky, Igor Naidin e Vladimir Balshin. Tra i vari primati, l’ensamble possiede quello di essere una delle pochissime formazioni da camera che non abbia mai interrotto la propria attività.

Il concerto

Nel prossimo concerto romano, il Quartetto Borodin eseguirà il primo Quartetto di Borodin in la maggiore di Alexander Borodin e il primo Quartetto in re maggiore op. 11 di Petr Ilic Ciajkovskij. Si narra che Tolstoj abbia pianto ascoltando l’Andante cantabile, ossia il secondo movimento, derivato da una popolare melodia russa. Tra questi due autori russi, sarà suonato un capolavoro di Franz Schubert del 1820, l’incompiuto Quartetto n. 12 in do minore D. 703, noto come “Quartettsatz”, ovvero “Movimento di quartetto”.

Quartetto
Redazione

L’appuntamento è dunque per Sabato 3 Marzo alle ore 17,30 presso l’Aula Magna dell’Università La Sapienza
Città Universitaria – Palazzo del Rettorato – Piazzale Aldo Moro 5, Roma

BIGLIETTI:

  • Interi: da 15 euro a 25 euro, più prevendita;
  • Giovani under 30: 8 euro;
  • Giovani under 18: 5 euro

INFO per il pubblico:

  • tel. 06 3610051/52
  • www.concertiiuc.it
  • Email: botteghino@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it