Neve su Roma il 5 agosto: la leggenda dell’Esquilino

0
neve
www.facebook.com

Secondo un’antichissima leggenda, il 5 agosto ricorre una storica nevicata su Roma. La leggenda è legata alla basilica di Santa Maria Maggiore  

neve 1
www.trekearth.com

Il 5 agosto nevicherà su Roma? Evento improbabile, visto che proprio in questi giorni stiamo vivendo i giorni più caldi dell’anno. Vedere la neve diventa ancora più improbabile se pensiamo che anche d’inverno, nella capitale, è un evento molto raro. Tuttavia esiste una leggenda che ricorda un avvenimento meteorologico tipicamente invernale: la nevicata del 5 agosto 352 d.C.

Nella notte fra il 4 e il 5 agosto del 352 la Madonna apparve contemporaneamente a Papa Liberio e al nobile Giovanni Patrizio, chiedendo loro di erigere un tempio nel luogo in cui la mattina seguente avrebbero trovato neve fresca. All’inizio credettero si fosse trattato di un’allucinazione e come dargli torto?

Da queste parti non nevica quasi mai, figuriamoci ad agosto. Invece quella notte ci fu una grande nevicata al centro di Roma, che ricoprì il colle Cispio all’Esquilino. Per celebrare il prodigio venne costruita in quella zona la più grande e magnifica Basilica dedicata alla Madonna, quella di Santa Maria Maggiore, detta per questo motivo anche Santa Maria delle Nevi.

Ogni 5 agosto, sulla piazza antistante la Basilica, viene fatta una celebrazione per ricordare il ”miracolo della madonna della neve”, e fiocchi di neve finti vengono fatti cadere dal cielo per rievocare quanto accaduto 1800 anni prima.

neve 2
enjoyrome.it

Meteorologicamente non possiamo sapere se l’evento avvenne davvero o se fu amplificato dalle istituzioni religiose per creare una nuova leggenda, utile a rinsaldare la credenza e la fede dei cittadini. Come tutte le leggende però, un fondo di verità esiste sempre.

Una ipotesi verosimile potrebbe allora essere quello della grandinata, che avrebbe imbiancato le strade dell’Esquilino con un effimero manto di ghiaccio bianco. La grandine sarebbe poi diventata nella memoria collettiva neve, forse proprio per gli accumuli fuori dalla norma. Ma si tratta di ipotesi: il reale svolgersi degli eventi non potremo mai saperlo.

Quest’anno siamo arrivati alla 33esima edizione, che sarà dedicata a Papa Francesco: dalle 21 alle 24 di venerdì lo scenario sarà surreale, i raggi laser e i led scriveranno pace sullo spazio della piazza e specchi ottici di luce moltiplicheranno l’emozione agli spettatori presenti.