Da domani a Roma il National Geographic Festival delle Scienze

0
Scienze
Redazione

Da lunedì 16 aprile a domenica 22 – all’Auditorium Parco della Musica – si terrà la XIII edizione del National Geographic Festival delle Scienze. Oltre 300 incontri per tutti alla scoperta delle “cause delle cose”

In programma oltre 340 eventi, di cui più di 40 incontri con scienziati di livello internazionale, filosofi, ricercatori, innovatori, artisti e oltre 200 attività educational per bambini e ragazzi. Così la XIII edizione del National Geographic Festival delle Scienze è pronta a guidare il pubblico alla scoperta delle” cause delle cose”. Ovverosia l’intricata rete di relazioni causa-effetto con cui ogni giorno abbiamo a che fare.

Una panoramica del Festival

Suddiviso in quattro macro-temi a struttura duplice (“Terra e Ambiente”, “Pensiero e Creatività”, “Società e Legge”, “Tecnologia e Realtà”), il programma del National Geographic Festival delle Scienze affronterà molteplici tematiche. Dalla tutela dei diritti umani – con il Premio Nobel per la Pace Tawakkol Karman – ai viaggi nel tempo – con lo scrittore James Gleick – mettendo in luce i nessi causali che non soltanto dominano il campo della scienza, ma irrompono anche in ogni dimensione del nostro quotidiano. Si parlerà quindi della causalità in rapporto con il senso della libertà insieme al videomaker Raoul Martinez, dei legami con musica e creatività in un appassionato dialogo tra l’ingegnere del suono Susan Rogers, collaboratrice di artisti come Prince e David Byrne, nonché cantautrice e musa di David Lynch Chrysta Bell.

Scienze
Redazione

Gli spettacoli della settimana

Gli spettacoli proposti vi porteranno in un universo sinestetico in cui i sensi interagiscono tra loro. Esperienze in cui la scienza dialoga con le altre discipline e si fa arte. Dopo l’apertura del lunedì, il programma proseguirà con attività Educational kids, cinema, “Divagazioni cosmiche”, scoperte della fisica e molto altro. Ad arricchire l’offerta “spettacolare”, inoltre, due concerti: martedì 17 alle ore 21 in Sala Sinopoli Life. A Journey through time, opera orchestrale multimediale che unisce le fotografie di Frans Lanting e la musica di Philip Glass, insieme per celebrare lo splendore della vita sulla Terra. Sabato 21, sempre alle ore 21, Chrysta Bell, sul palco di Sala Sinopoli, pronta ad incantare il pubblico con la sua voce ipnotica e sensuale tra ritmi blues, chitarre anni Cinquanta e pop allucinato.

Programma per ragazzi…e non solo

“La scienza è ricerca della verità”, diceva Karl Popper. Come trovarla? Sperimentando e, nel caso del programma ragazzi del National Geographic Festival delle Scienze, divertendosi. Per tutta la settimana, i più giovani avranno la possibilità di avvicinarsi al mondo della scienza e della ricerca. Laboratori, giochi, mostre, spettacoli e incontri dedicati ai rapporti “causa-effetto” li attendono.

Scienze
Redazione

Il Festival sarà inoltre un luogo in cui migliorare la conoscenza dell’ambiente che ci circonda, approfondendo i nessi causali alla base di molti fenomeni naturali. Scopriremo come comportarci in caso di terremoto, quali sono gli effetti che determinano l’eruzione dei vulcani. O ancora cosa c’è alla base degli eventi climatici più estremi.

Per consultare il programma completo e per ulteriori informazioni –> sito web del Festival.