I musei romani si raccontano con “Curatore in sala”

0
da ufficio stampa Zètema

Fino al 3 agosto, in alcuni musei della Capitale, sarà possibile assistere a un ciclo di appuntamenti dal titolo “Curatore in sala”, in cui i visitatori potranno scoprire il dietro le quinte dei luoghi della cultura

Lo scopo di questi incontri è quello di far conoscere, ai visitatori dei musei comunali di Roma, chi sono i protagonisti del dietro le quinte, chi si occupa dell’allestimento delle mostre, chi del rinvenimento delle opere. “Curatore in sala” è un progetto promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura. Il calendario di appuntamenti è molto ricco: è iniziato lo scorso 2 maggio e si concluderà il 3 agosto.

musei
da virtualrome.com

I musei coinvolti sono i mercati di Traiano, la Centrale Montemartini, la Galleria Nazionale di Arte Moderna, il Museo di Roma in Trastevere, il Museo Civico di Zoologia, i Capitolini, il Museo a Palazzo Braschi e il Museo di Villa Torlonia. Agli incontri è possibile assistere con il solo pagamento del biglietto di ingresso al museo. Gli appuntamenti avranno cadenza settimanale, la mattina alle 11:30 e il pomeriggio alle 17:00 e dureranno 30 minuti circa.

La novità di questi incontri è che si tratta di veri e propri zoom su aspetti della sede museale o delle opere esposte dove i temi trattati sono molteplici. Ogni appuntamento, condotto da un curatore del museo vuole suscitare nel pubblico la curiosità su un’opera o su un personaggio, su una particolare vicenda legata al restauro o al rinvenimento archeologico di un reperto. Non sarà dunque una lezione, ma una breve chiacchierata, un piccolo approfondimento. Lo scopo è avvicinare e stimolare i visitatori al museo come centro culturale e di scambio.