Meningite: morta maestra, profilassi per gli alunni

0
www.roma.repubblica.it

Morta di meningococco una maestra della scuola elementare ‘Cesare Battisti’, alla Garbatella. La Asl ha consigliato agli studenti la profilassi da seguire

 IL FATTO – Una maestra è morta a Roma  per meningite da meningococco. La comunicazione viene dalla ASL Roma C in una mail inviata ai genitori dei bambini della scuola. La maestra era venuta regolarmente a scuola fino al giovedì prima delle vacanza natalizie. Il giorno di Natale era stata ricoverata all’Ospedale San Giovanni è stata subito trasferita al Policlinico Gemelli, dove è morta il giorno seguente. Ancora in attesa la conferma delle cause dalle fonti ospedaliere.

LA ASL – Immediatamente la ASL, tramite la scuola, ha consigliato ai genitori degli alunni della maestra di seguire la profilassi antibiotica contro la meningite, previo consulto con il medico curante o pediatra, in particolar modo per i soggetti che sono stati in stretto contatto e in luogo chiuso con la docente. La profilassi è già stata praticata dal personale sanitario e dai familiari della paziente.

La Cesare Battisti– Resa famosa dalla serie TV ‘I Cesaroni’, la scuola fa parte dell’Istituto Comprensivo Piazza Sauli e conta un totale di circa 450 Alunni. Il funzionario della ASL RmC Paolo Grillo ha scritto così nella mail ai genitori: “Il nostro servizio in data 27-12-16 alle ore 15,15 è venuto a conoscenza di un caso di Meningite Batterica di non definita diagnosi, relativo alla docente della Scuola Primaria Cesare Battisti di Roma ricoverata il 25-12-16 all’Osp. S. Giovanni di Roma e trasferita il 25-12-16 al Policlinico Gemelli di Roma, dove è deceduta il 26- 12-16. Presi contatti telefonici con i rispettivi Laboratori di Microbiologia dei suddetti ospedali, è stata consigliata la profilassi antibiotica indicata per la Meningite Meningococcica, già praticata dal personale sanitario e dai familiari della paziente. Si raccomanda, perciò, previo consulto con il medico curante o pediatra, l’assunzione per gli adulti, che abbiano avuto contatti stretti in un luogo chiuso per più ore al giorno con la professoressa, di una cpr di Ciprofloxacina 500 mg. e l’assunzione di Rifampicina 600 mg. 1 cpr due volte al dì per due giorni per gli alunni della classe, ove insegnava la suddetta docente”.