La Lazio dura un tempo e poi crolla: contro il Napoli finisce 4-1

0
Napoli
www.ilmionapoli.it

La Lazio gioca alla pari del Napoli per un tempo, ma poi crolla nella ripresa. Al San Paolo finisce 4-1 con gli azzurri che si riprendono il primo posto in classifica. Pessima prova difensiva per la squadra di Simone Inzaghi

Terza sconfitta consecutiva per la Lazio. I biancocelesti hanno infatti incassato un sonoro 4-1 contro il Napoli di Maurizio Sarri nell’anticipo della 24esima giornata. Con questa vittoria la squadra partenopea torna al primo posto, con un punto di vantaggio sulla Juventus, mentre gli uomini allenati da Simone Inzaghi rischiano di dover cedere il loro attuale terzo posto a Inter o Roma.

Le formazioni

Entrambe le squadre si presentano con il loro 11 titolare.  Simone Inzaghi schiera la sua Lazio con la classica difesa a tre guidata da De Vrij, confermando a centrocampo Leiva e Parolo. In attacco Milinkovic-Savic e Luis Alberto hanno il compito di supportare Immobile. Rispondono i padroni di casa con il tipico tridente Insigne-Mertens-Callejon, con Hamsik e Allan pronti ad inserirsi dalle retrovie. Sulla fascia sinistra fiducia a Mario Rui, in difesa esordio stagionale per Tonelli.

Il primo tempo

Parte meglio la Lazio che sorprende subito un Napoli stranamente distratto. Dopo tre minuti dal fischio di inizio gli ospiti sono già avanti: sul cross di Immobile, De Vrij devia la palla di quel tanto che basta per garantire ai suoi il momentaneo 0-1. Gli azzurri provano a reagire, ma sono gli ospiti a rendersi maggiormente pericolosi con gli inserimenti di Milinkovic e le verticalizzazioni per Immobile. Al 44′ arriva il pari del Napoli: lancio col contagiri di Jorginho per Callejon, controllo stupendo dello spagnolo che davanti a Strakosha non sbaglia

Il secondo tempo

Nella ripresa c’è solo il Napoli in campo e per trovare il gol del vantaggio è solo una questione di tempo. Dopo due occasioni per Insigne, al 54′ i padroni di casa passano grazie all’autogol di Wallace su cross di Callejon. A questo punto il Napoli dilaga: passano due minuti e il neoentrato Zielinski devia in porta la conclusione mancina di Mario Rui, per il 3-1 azzurro. Inzaghi prova a dare una scossa ai suoi, ma la Lazio spegne completamente il cervello e non è più in partita. Gli azzurri continuano a macinare gioco e il 4-1 è solo una questione di tempo ed arriva puntuale al 73′ con Mertens che insacca su suggerimento di un ispirato Insigne. Il finale è pura accademia con i padroni di casa che gestiscono il risultato fino al triplice fischio

I protagonisti

I migliori in campo sono Zielinski e Callejon. Il primo, con il suo ingresso in campo, cambia letteralmente la partita, il secondo risulta decisivo con il gol del momentaneo pareggio e il cross da cui nasce l’autogol del 2-1. Brillano anche le stelle di Insigne e Dries Mertens. Peggiore in campo è un disastroso Wallace, ma è tutta la difesa a ballare parecchio. Sotto tono Luis-Alberto, mentre invece Immobile si spegne alla distanza