La Lazio non sbaglia: 2-1 all’Udinese e terzo posto agganciato

0
Lazio
www.lanotiziasportiva.com

La Lazio sfrutta al massimo i passi falsi di Roma e Inter e batte 2-1 in rimonta l’Udinese. Adesso i biancocelesti sono a pari punti con la Roma e a +1 sull’Inter. Il derby di settimana prossima sarà di quelli decisivi da far tremare le gambe

La Lazio non trema e coglie un successo di straordinaria importanza battendo in rimonta l’Udinese per 2-1. Con questa vittoria i biancocelesti superano l’ Inter e agganciano la Roma al terzo posto in classifica, in attesa dell’attesissimo e determinante derby della prossima settimana. Per l’Udinese, invece, si tratta dell’ottava sconfitta consecutiva.

Le formazioni

Nonostante il ravvicinato impegno di Europa League, Simone Inzaghi rinuncia al turnover e schiera il classico 3-5-1-1 con Immobile supportato da Felipe Anderson e Luis Alberto arretrato nei cinque di centrocampo. Bastos, Luiz Felipe e De Vrij compongono il trio difensivo. Risponde l’Udinese con una formazione a specchio, con Oddo che da fiducia a Lasagna e Maxi Lopez in attacco. Non convocati Fofana e Behrami

Il primo tempo

Parte meglio la formazione di casa con Lasagna e Maxi Lopez estremamente attivi, mentre la Lazio, come già in altre situazioni, appare leggermente imballata. Al 13′ è proprio Lasagna a sbloccare la gara con gran colpo di testa in tuffo su cross perfetto di Larsen. Il gol subito sveglia la squadra di Inzaghi che si affida ai suoi due migliori palleggiatori, ovvero Luis Alberto e Felipe Anderson, per uscire dal torpore iniziale. Alla mezzora Lulic calcia in malo modo verso la porta difesa da Bizzari, ma il suo tiro si trasforma in un assist perfetto per Immobile che non sbaglia e sigla il suo 27esimo gol in campionato. L’Udinese accusa il colpo e la Lazio la punisce. Ancora Immobile suggerisce per Luis Alberto in profondità e lo spagnolo buca Bizzarri sul primo palo

Il secondo tempo

La ripresa si gioca a ritmi più bassi rispetto alla prima frazione. L’Udinese gestisce il gioco senza riuscire però a trovare il varco giusto e la Lazio che si affida ai contropiedi di Felipe Anderson apparso in forma devastante. L’unico squillo degno di nota è un copo di testa di Jantko che esce di poco. Finisce 1-2 per gli ospiti che colgono tre punti di straordinaria importanza.

I protagonisti

Migliore in campo Felipe Anderson che gioca 90 minuti di straordinaria continuità e sforna assist a ripetizione. Molto bene anche Luis Alberto che illumina il centrocampo e Immobile, che segna sempre. Nell’ Udinese giocano una buona partita Barak e Lasagna, che trova anche il gol dell’illusorio vantaggio. Peggiore in campo Lulic, in continua difficoltà tecnica e fisica