La Sapienza, fino al 18 maggio il primo Festival LGBTQIA+

0
Festival LGBTQIA+
Collettivo Prisma

Il Collettivo Prisma LGBTQIA+ dell’Università La Sapienza di Roma, insieme al coordinamento universitario LINK, ha organizzato una serie di eventi in occasione della giornata internazionale contro l’omo-bi-transfobia, in programma il 17 maggio 2018

E’ iniziato ieri, 14 maggio, il primo festival LGBTQIA+ dell’Università La Sapienza. Il Collettivo Prisma, in collaborazione con il coordinamento universitario della Sapienza LINK, ha organizzato una serie di eventi per la settimana della giornata internazionale contro l’omo-bi-transfobia, in programma il prossimo 17 maggio.

Tre giorni di eventi, dibattiti, mostre

Festival LGBTQIA+
Collettivo Prisma

Tre giorni di dibattiti, spettacoli, fotografia, cineforum e performance interattive, per avvicinare gli studenti a tematiche LGBTQIA+, spesso poco affrontate anche nelle università. Tra gli aventi più importanti, mercoledì 16 maggio, al Teatro De Lollis Underground (via Cesare De Lollis 22), si terrà il dibattito Gay is the New Black. Saranno presenti come relatori la senatrice Monica Cirinnà, prima firmataria della legge sulle unioni civili, Federico Zappino, di Teorico Queer, Sebastiano Francesco Secci, presidente del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli. Tra le performance interattive ci sarà Don’t panic, Bi Pan, con Primavera Contu. Sempre mercoledì 16 maggio, alle 16,  sarà presentato Serious Trans Vibes, ultimo fumetto dell’artista Sophie Labelle.

Sapienza Pride il 17 maggio

A concludere il festival sarà il Sapienza Pride, organizzato in occasione della Giornata Internazionale contro l’omo-bi-transfobia del prossimo 17 maggio. Una manifestazione, per le strade della città universitaria, che vedrà la partecipazione del duo Drag Queen Karma B. A seguire la proiezione del film Pride. Il festival si concluderà venerdì 18 maggio alle 22 con la festa Shut Up and Dance. Tutti gli eventi si terranno nella città universitaria de La Sapienza, a piazzale Aldo Moro 5. Il festival è stato organizzato da Prisma, il primo Collettivo LGBTQIA+ dell’Università La Sapienza, afferente alla rete della conoscenza. Un luogo di confronto e formazione sui temi dell’identità LGBTQIA+, della sessualità e contro ogni forma di discriminazione.