La remuntada perfetta: la Roma è in semifinale di Champions League!

0
roma

L’impresa storica è riuscita, il sogno è diventato realtà. I giallorossi battono 3 a 0 il Barcellona e volano in semifinale.

Non ci sono parole per descrivere ciò che è accaduto ieri sera allo Stadio Olimpico. Dopo 34 anni la Roma è in semifinale di Champions League. La partita perfetta, la miglior partita che la Roma abbia mai giocato negli ultimi 20 anni in Europa. roma

La squadra di Di Francesco ha letteralmente dominato la partita, schiacciando inaspettatamente i blaugrana e ribaltando il bugiardo 4 a 1 dell’andata. Una partita studiata, una rimonta voluta dalla squadra e dai tifosi che ci hanno creduto fino all’ultimo. Questa è la mentalità vincente che mancava ai giallorossi, questa è la squadra che tutti desideravano di vedere. Una squadra matura e di carattere, che ha sorpreso tutti, soprattutto gli attendisti blaugrana, che credevano di aver già in tasca la semifinale.

Il delirio negli spogliatoi dei giocatori:

Sui i social impazzano i festeggiamenti, con Venditti e Verdone mattatori della serata.

 

 

I complimenti arrivano da tutto il calcio italiano, non solo perché un’italiana è tra le prime quattro d’Europa, ma perché forse una Roma cosi bella e perfetta non l’aveva mai vista nessuno. Tutto oggi sembra cosi surreale, anche solo ripeterlo fa strano: la Roma è in semifinale di Champions League!

roma
www.ilmessaggero.it

Un 3 a 0 insperato, una rimonta impossibile che ha ridato fiducia ad un popolo giallorosso troppo spesso deluso e rammaricato. Una vittoria giusta, mai cosi meritata. Quella giustizia che per una volta è stata tale nel calcio. Lo dimostrano i gol di Manolas e De Rossi, autori degli sfortunati autogol dell’andata che sembravano condannare i giallorossi, e ora eroi di questa partita sontuosa.

La Capitale dopo il match è stata invasa da migliaia di tifosi che hanno riempito le piazze romane, da Piazza Trilussa a Testaccio, da Ponte Milvio a Piazza del Popolo, dove il Presidente James Pallotta ha regalato anche un’eccezionale bagno nella fontana spinto dall’entusiasmo e da qualche tifoso giallorosso. Una notte magica per la Roma e per il calcio italiano che ha scatenato il delirio tra le strade della Capitale. roma

La città sembrava quella dello scudetto del 2001, sommersa dai tifosi in ogni angolo, sopra i bus, nelle fontane, nelle auto. Una gioia immensa per il popolo giallorosso, un’impresa che rimarrà nella storia di Roma e della Roma.

Dzeko monumentale, De Rossi trascinatore. Una formazione rivoluzionata in 3 giorni, una squadra decisa e senza paura, una coesione da grande squadra come non si era mai vista. Nulla ha potuto fare il Barcellona di Messi, distrutto dal predominio giallorosso e dalla stampa spagnola, che ha reso omaggio alla performance eccezionale della formazione capitolina.

SOTTO IL SEGNO DI DZEKO

roma
www.fanpage.it

La Roma comincia nel migliore dei modi la partita. Passano solo 5 minuti e su un assist aereo delizioso di De Rossi, Dzeko sigla il vantaggio giallorosso. La Roma c’è. Il primo tempo è di marca giallorossa, Barcellona non pervenuto. Messi sbaglia due punizioni spedendo la palla in curva, poi solo Roma fino al fischio del primo tempo. Il secondo tempo riparte allo stesso modo, Dzeko trascina la squadra e conquista un calcio di rigore fondamentale dopo essere stato steso da Piqué. Il bosniaco lascia la palla al suo capitano Daniele De Rossi che piazza la palla all’angolino e fa 2 a 0.

roma

roma

L’Olimpico è una bolgia, ora tutti ci credono. La Roma continua ad attaccare e difendere magistralmente, concedendo pochi agli increduli catalani. Suarez non vede un pallone, Iniesta non riesce a servirlo. Entrano i freschi Under ed El Sharaawy, la Roma vuole il 3 a 0. Al minuto 82′ accade l’impensabile. Under batte l’ennesimo corner, sul pallone arriva proprio Manolas, altro autore sfortunato del secondo autogol dell’andata, e di testa spiazza Ter Stegen. Lo stadio è un putiferio, nessuno crede a ciò che sta succedendo, la Roma dopo 34 anni è in semifinale di Champions League, e niente è stato mai cosi bello.

LA PARTITA PERFETTA DI EUSEBIO DI FRANCESCO: L’EROE SILENZIOSO

La vittoria è immensa anche perché non è fortunata, è totalmente meritata, e contro una delle squadre più forti al mondo. E questo è grazie soprattutto a lui, Eusebio Di Francesco, l’eroe di questa impresa, il leader pacato e intelligente, che ha creduto fino in fondo nel calcio e nei suoi uomini, perché niente è impossibile. Lo ha dimostrato piazzandosi primo in un girone da incubo, demolendo il Chelsea di Antonio Conte e accontentandosi con l’Atletico di Simeone. Un vincente, in campo e fuori, anche quando veniva etichettato come provinciale. Ora si ricrederanno tutti coloro che lo criticavano, è ovvio, ma lui invece non ha mai smesso di credere in questa squadra, ed in silenzio, ha portato la Roma ad uno dei risultati più importanti degli ultimi 30 anni. E a Roma basterebbe già questo, ma lui adesso non vuole più fermarsi, Di Francesco ora punta a Kiev, a una finale che manca dal 1984, anche se quella è meglio non ricordarla.

roma