Indagine sulla qualità della vita; Roma bocciata dai cittadini

0

Presentata ieri in Campidoglio l’ “Indagine sulla qualità della vita e dei servizi pubblici locali nella città di Roma” dell’anno 2016. Male trasporti e rifiuti, positivo il voto per la cultura

I romani bocciano la loro città: solo 5,12 è il voto complessivo che è stato attribuito ai servizi della Capitale. Questo è quanto è emerso dall‘Indagine sulla qualità della vita e dei servizi pubblici locali nella città di Roma, uno studio realizzato attraverso interviste telefoniche effettuate dal 1 giugno al 26 luglio 2016. Si conferma dunque una tendenza negativa che si registra dal 2012; l’anno scorso la valutazione era leggermente superiore (5,24).

L’indagine è stata presentata in Campidoglio alla presenza di Marcello De Vito, presidente dell’Assemblea Capitolina, e Adriano Meloni, assessore al Commercio.  La ricerca, giunta alla sua nona edizione, è realizzata dall’Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici locali di Roma Capitale. Il suo fine è quello di misurare la soddisfazione dei cittadini sui principali servizi dell’Amauditorium serviziministrazione: trasporto pubblico, pulizia, illuminazione stradale, servizi sociali e culturali.

Quest’anno i cittadini hanno mostrato maggiore insoddisfazione nei confronti del settore trasporti: 4 è il voto per i servizi di linea, 5 per bus e tram e 5,5 per la metropolitana; soddisfacente il servizio taxi. Giudizi negativi anche per quanto riguarda l’illuminazione pubblica (6,2), i servizi sociali (6,5) , le farmacie e i servizi alla persona. Più che positiva la valutazione per i servizi culturali: il voto medio è 7,6 ( Palaexpo 8, Auditorium 7,9).

La percezione sulla qualità della vita varia sensibilmente in base alla zona di residenza. Più scontenti gli abitanti del centro storico,  dei quartieri dell’anello ferroviario e delle aree esterne al Gra; meno severo chi vive nei quartieri situati fra l’anello ferroviario e la fascia verde.

L’indagine sulla qualità della vita è stata condotta in modo tale da fornire un quadro completo della popolazione romana, anche in riferimento al genere, all’età, al titolo di studio e alla professione. Sono state realizzate duemila interviste: quattrocento a zona.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito dell’Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici locali di Roma Capitale, con tutti i dati dell’indagine