Incendio Auditorium Albergotti di Pineta Sacchetti

0

Risale a ieri l’incendio dell’auditorium Albergotti, in zona Boccea – Pineta Sacchetti. Le fiamme sembra siano partite dalla guaina del sottotetto.

LA RICOSTRUZIONE – Dalle prime informazioni l’incendio sarebbe causato da un errore umano. La struttura, posizionata all’angolo tra via Domenico Tardini, e via Francesco Albergotti,  risulta in fase di ristrutturazione. Degli operai stavano lavorando alla saldatura della guaina quando questa ha preso fuoco.
Sul posto sono intervenute tre squadre dei vigili del fuoco, accompagnate da agenti di polizia. Per fortuna non ci sono stati feriti.

ETERNAMENTE INFINITO- I danni alla struttura risultano invece importanti. L’incendio ha vanificato gli ultimi mesi di lavori dell’opera, che stava per essere inaugurata. Si teme che abbia danneggiato la struttura tanto da correre il rischio di doverla smantellare.

L'Auditorium prima dell'incendio
L’Auditorium prima dell’incendio

Questo sarebbe l’ennesimo rallentamento per l’auditorium ed il suo cantiere, che dura ormai da più di 10 anni.

MAI APERTO AL PUBBLICO – Risale al 2003 il primo cantiere, presieduto dal minisindaco Vincenzo Fratta (ex An), a seguito della vittoria di un bando provinciale per la costruzione di opere pubbliche sul territorio.

Nel progetto la struttura avrebbe dovuto accogliere circa 300 posti, costituendo un polo culturale dotato di un sistema di acustica all’avanguardia dove poter proporre concerti, musica e spettacoli.

IL DEGRADO E L’INCURIA- Nella realtà i cittadini del XIII municipio non hanno mai usufruito di tali spazi. È quello che denunciano Giorgio Ciatti, portavoce Azione Nazionale Roma, e Marco Pelagatti, portavoce Azione Nazionale municipio XIII: “E’ il triste epilogo di una lunga storia di incuria.”

Durante il lungo cantiere una 17enne venne aggredita da alcuni suoi coetanei di origine filippina nel parco attorno alla struttura (2011). Solo a seguito di questa violenza venne eretta una rete di protezione.

IL COMMENTO DELLA PRESIDENTE DEL MUNICIPIO XIIIGiuseppina Castagnetta sull’avvenuto : “Per tutti noi è un giorno molto triste. Puntavamo moltissimo sulla volontà di restituire finalmente alla città questo monumento allo spreco ereditato dal passato, i cui lavori sono iniziati 11 anni fa e sono costati alla collettività già 4 milioni di euro. Proprio ieri avevamo deliberato l’avvio del bando di affidamento della struttura con l’obiettivo di inaugurarla e consegnarla ai cittadini a inizio 2017.”.