Immobile torna a ruggire: Verona steso 2 a 0

0
lazio

Immobile torna a segnare e la Lazio torna a vincere. Battuto il Verona 2 a 0 con la doppietta dell’attaccante. Inzaghi torna in zona Champions.

La Lazio torna a sorridere. Dopo 4 sconfitte, tra campionato e coppa, i biancocelesti conquistano tre punti importanti che li riportano in zona Europa, quella che conta. All’Olimpico bastano due gol del ritrovato Immobile a stendere un Verona brutto e poco coraggioso. Ciro non segnava da un mese e mezzo, da quel poker rifilato alla Spal. L’altra Europa invece, l’Europa League, è ancora un problema da risolvere, con la gara di ritorno contro la Steaua Bucarest, che si prospetta insidiosa visto che Immobile e compagni dovranno vincere con due gol di scarto per passare il turno. lazio

LA PARTITA DELL’OLIMPICO

Inzaghi, costretto a rinunciare a Leiva, posiziona Parolo in regia, con Lulic al centro e Lukaku sulla fascia sinistra. Pecchia si affida a un 4-4-1-1 con Matos alle spalle di Kean. Il primo tempo mostra in campo una sola squadra, la Lazio, con un Verona in totale confusione, che viene salvata solamente dalla poca concretezza degli attaccanti della Lazio che sprecano molte occasioni da gol. Il più pericoloso è stato Luis Alberto, che al 33′ colpisce la traversa dopo una deviazione di un difensore del Verona. Ma non è l’unico a spaventare Nicolas, prima Immobile e Wallace, poi Parolo e Marusic sfiorano il vantaggio che però non arriva prima del fischio della prima frazione.

lazio

IMMOBILE CHIUDE I CONTI

Nei primi 45 minuti non succede quasi nulla. Ad inizio ripresa invece Immobile chiude la partita in soli 5 minuti. Al 55′ porta avanti la Lazio con un bel destro rasoterra che beffa Nicolas con la difesa del Verona schierata (assist di Luis Alberto, l’ottavo in campionato), poi raddoppia al 60′ con un tap-in di testa dopo una gran parata di Nicolas su Marusic. Sul 2-0 la Lazio rallenta notevolmente e gestisce senza correre rischi. Pecchia prova a cambiare qualcosa con gli ingressi di Calvano (tiro alto di poco), Aarons e Petkovic. Inzaghi risponde con Luiz Felipe, MurgiaCaicedo, che segna ma in fuorigioco. Cambia poco per Inzaghi, da oggi di nuovo col sorriso e in zona Champions. lazio