Lazio e Roma non si fanno male: il derby della Capitale finisce 0-0

0
derby
www.futbolsayfasi.net

Termina con un pareggio per 0-0 il derby della Capitale tra Lazio e Roma. La Lazio è apparsa più brillante dal punto di vista fisico ma le migliori palle gol sono state a favore della Roma, che può recriminare per i due legni colpiti. Non cambia quindi nulla nella corsa Champions

Finisce con un pareggio a reti bianche il derby della Capitale. Roma e Lazio si dividono quindi un punto a testa salendo entrambe a quota 61, a +1 dall’Inter bloccata sullo 0-0 a Bergamo dall’ Atalanta. Il match è stato abbastanza equilibrato: i biancocelesti che sono apparsi più brillanti dal punto di vista fisico, ma gli uomini di Eusebio Di Francesco hanno rette bene in difesa e hanno avuto diverse occasioni per segnare, colpendo anche due legni

Le formazioni

Simone Inzaghi opta per il solito 3-5-1-1 preferendo Felipe Anderson a Luis Alberto nel ruolo di trequartista alle spalle di Immobile. In difesa, nonostante la pessima performance di giovedì in Europa League, confermata la fiducia a De Vrij. Nelle file della Roma, invece Di Francesco sceglie per questo derby una formazione quasi a specchio. Nel 3-5-2 del tecnico ex Sassuolo c’è Schick nel ruolo di seconda punta a supporto di Dzeko e Bruno Peres largo a destra nei cinque di centrocampo. Difesa a tre con Fazio, Manolas e Juan Jesus

Il primo tempo

E’ un derby molto bloccato quello che va in scena all’Olimpico, con le due squadre molto attente tatticamente alle richieste dei rispettivi allenatori. La Lazio prova a tenere in mano il pallino del gioco passando per i piedi di Anderson e, soprattutto, di Milinkovic-Savic. La Roma cerca invece di sfruttare le ripartenze. A cavallo tra il 37′ e il 38′ ecco le due migliori occasioni, entrambe targate Roma. Prima Bruno Peres centra in pieno la base del palo con il diagonale a botta sicura su filtrante di Nainggolan, quindi Dzeko non riesce a deviare in porta un cross invitante di Kolarov.

Il secondo tempo

Nella seconda frazione i biancocelesti si lasciano preferire per gioco ed intensità, andando ripetutamente vicino al vantaggio con Immobile( servito da un tocco sotto radiocomandato di Savic) e Luis Alberto, che entrato al posto di Felipe Anderson, per poco non trova il bersaglio grosso con una conclusione al limite dell’area. Nel finale Radu viene espulso a seguito di una strattonata ai danni del neo entrato Under lanciato a rete. Inzaghi decide quindi di correre ai ripari: fuori Immobile e dentro Bastos. Nel recupero succede di tutto con diverse occasioni per entrambe le squadre. Per ciò che riguarda la Roma, Dzeko ha tre occasioni clamorose per segnare: prima lo ferma Strakosha, poi la traversa (due stacchi imperiosi del bosniaco in entrambi i casi) quindi la staffilata da fuori esce di poco. Nonostante l’inferiorità numerica, anche la Lazio sfiora il colpo grosso in due occasioni: prima il destro di Marusic contrato da El Shaarawy e quindi il tiro da distanza abissale di Milinkovic-Savic a tempo scaduto che spaventa Alisson. Il derby finisce cosi 0-0 con entrambe le squadre che mantengono intatti i propri sogni europei

I protagonisti

Il migliore in campo per distacco di questo derby è un fenomenale Milinkovic-Savic che gioca una partita a tutto campo alternando quantità a qualità sopraffina e sfiorando il gol da casa sua a tempo scaduto. Bene in difesa anche Luiz Felipe, mentre invece in attacco Immobile si sbatte ma non riesce a trovare l’acuto. Da segnalare anche la straordinaria parata di Strakosha sul colpo di testa di Dzeko nel recupero. Tra le file giallorosse, male invece Schick che compie un deciso passo indietro rispetto alla gara col Barcellona. Bene invece Dzeko a cui viene negata la gioia del gol dalla sfortuna e da Strakosha. Positivi anche i cambi Di Francesco con Under, El Sharaawy e Florenzi che entrano subito in partita, dimostrandosi volitivi e pericolosi