Good Deeds Day: La manifestazione internazionale nata per diffondere la pratica delle “buone azioni”

0
Good Deeds Day
www.welfarenetwork.it

Good Deeds Day: insieme per il bene comune. Impegnarsi nel fare qualcosa di buono per gli altri

Il Good Deeds Day è nato nel 2007 grazie all’imprenditrice e filantropa Shari Arison. È diventato il giorno più importante per fare qualcosa di buono. Una giornata che coinvolge persone di tutto il mondo impegnate a fare una buona azione verso gli altri.

Il primo anno, nel 2007, l’evento ha coinvolto 7.000 persone, in Israele. Diffusosi globalmente, nel 2011, con il coinvolgimento di 10 città internazionali, di cui molte negli USA, il Good Deeds Day ha iniziato a unire le persone di tutto il mondo. Nel 2012, questa giornata è arrivata in Europa con la collaborazione con MTV Global per una campagna di sei settimane sulle sue piattaforme Tv e online, offrendo il messaggio a 24 milioni di spettatori in tutto il mondo. Nel 2013, 16.000 volontari provenienti da 50 paesi hanno preso parte a centinaia di progetti, incluso il lancio di un progetto con ABC Network a NYC. Nel 2014, Good Deeds Day ha raddoppiato la sua copertura associandosi, per il secondo anno consecutivo, con ABC Network NYC e collaborando con le più importanti organizzazioni di volontariato. La popolarità del Good Deeds Day è cresciuta sempre di più fino all’ aprile 2016, con una partecipazione di 1.500.000 persone di 75 Paesi, dando vita a 14.000 progetti, per un totale di 4.000.000 di ore di servizio offerto.

Lo spirito dell’iniziativa

Good Deeds Day
lazionauta.it

L’idea che anima la manifestazione è quella di diffondere la solidarietà e la pratica delle “buone azioni” in una giornata dedicata a questo, in tutto il mondo.
In Italia, e in particolare a Roma, il Good Deeds Day si traduce nella realizzazione di diverse iniziative a livello locale (quartiere, strada, scuola, parco pubblico, ecc.) promosse da associazioni, comitati, enti locali o istituzioni a cui tutti i cittadini possono partecipare, donando qualche ora del proprio tempo e della propria attenzione. Pulizia dei parchi, educazione ambientale, laboratori, tornei e cene di beneficenza; tutte iniziative promosse con un unico spirito: “Insieme per il bene comune”.

Il 2 aprile a Roma è il Good Deeds Day

Domani, all’arrivo della Fun Run – La Stracittadina di Roma (la corsa amatoriale di 4 km), presso il Circo Massimo, tutti i partecipanti troveranno ad accoglierli gli stand delle associazioni che partecipano ad Insieme per il Bene Comune – Good Deeds DayLe associazioni presenteranno le loro attività e i loro progetti coinvolgendo tutto il pubblico presente. Saranno più di 100 le associazioni presenti al Circo Massimo per partecipare a questa giornata della solidarietà, delle “buone azioni”.

I cittadini possono partecipare a Insieme per il Bene Comune – Good Deeds Day aderendo alle iniziative di solidarietà o di cittadinanza attiva, correndo la maratona e donando una quota dell’iscrizione, oppure passando la giornata di domani al Circo Massimo.

Questo è il terzo anno che la città di Roma sarà coinvolta in questa iniziativa

Già con le prime due edizioni, 2015 e 2016, si sono registrati importanti risultati: centinaia le associazioni aderenti; decine di migliaia i cittadini coinvolti nelle iniziative e l’avvio, nel 2016, della stretta collaborazione con la Fun Run, la Stracittadina di Roma nell’area del Circo Massimo.

Good Deeds Day
www.romadaleggere.it

Per l’edizione del 2017, il consolidamento di tutte le collaborazioni già acquisite, inclusa quella con Maratona di Roma, fa prevedere circa 100.000 persone che prenderanno parte al complesso di eventi previsti (Marathon Village della Maratona di Roma, Stracittadina e Good Deeds Day) che hanno preso il via il 30 marzo e termineranno domani, 2 aprile.

Per ulteriori informazioni si può visitare il sito ufficiale dell’evento.