Destini incrociati, IV edizione della rassegna a Roma Tre

0
destini incrociati
Fonte: www.agitateatro.it

Dal 15 al 17 novembre l’Università Roma Tre parteciperà al Progetto Nazionale di Teatro in Carcere intitolato “Destini incrociati”

Destini incrociati è un progetto a cura del Coordinamento Nazionale Teatro in Carcere in collaborazione con il Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo dell’Università Roma Tre, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e il Ministero della Giustizia (Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, Dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità).

Tre giornate di esibizioni, conferenze e proiezioni video animeranno il Teatro Palladium, l’istituto penitenziario di Rebibbia Femminile e il centro culturale Moby Dick. L’ateneo di Roma Tre porta avanti queste attività nell’ambito della “Terza Missione”, che fa seguito al Festival “Made in Jail. Carcere & Cultura”.

Così come accaduto nel corso delle precedenti edizioni della Rassegna tenutesi a Firenze (2012), Pesaro (2015), Genova (2016), anche quest’anno gli spettacoli sono frutto di laboratori realizzati con i detenuti. Questi ultimi, infatti, sono stati spesso direttamente coinvolti nel processo di scrittura e allestimento, oltre che nelle attività attoriali. In tal modo, si offre un panorama ampio delle nuove esperienze drammaturgiche sperimentate da registi e autori professionisti nelle carceri italiane. Molti spettacoli sono il frutto della rivisitazione di testi classici e di repertorio, ma anche delle narrazioni e delle biografie dei detenuti.

Inoltre, non mancherà una sezione interamente dedicata alla proiezione di video in grado di restituire la ricchezza di questo settore in forte crescita, collocandosi nell’ottica della funzione di riabilitazione che il carcere deve istituzionalmente sviluppare.

L’iniziativa, in conclusione, persegue un obiettivo primario: creare un ponte tra il carcere e la società “esterna”, due universi tanto diversi, eppure così uguali quando la prospettiva dalla quale li si osserva è quella teatrale.

Per leggere il programma completo o avere altre info, si rinvia al link http://www.teatrocarcere.it/.