Circo Massimo, far west ad una festa: il dj resta ferito

0
dj

Durante una festa privata a Circo Massimo, nella notte tra venerdì e sabato, il dj resta ferito alla spalla da un proiettile. L’arma è stata rinvenuta in casa di un 88enne, arrestato e denunciato per omessa custodia di armi.

Attimi di terrore nella notte tra venerdì e sabato in un’area all’aperto in via San Teodoro, dove un dj viene ferito alla spalla destra da un proiettile, durante una festa privata a cui stavano partecipando circa trenta persone.

I presenti hanno dichiarato di aver udito due rumori sordi, come uno “spostamento d’aria”. E’ quindi probabile che i colpi sparati siano stati due, di cui uno solo ha colpito il dj.

Il dj, un francese di 41 anni, è stato ricoverato in ospedale. I Carabinieri, intervenuti subito sul posto, stanno ancora lavorando sull’ipotesi del gesto. Il proiettile è stato sparato da circa 200 metri di distanza con una carabina ad aria compressa, sulla quale era stato montato un mirino di precisione.

Cronaca_Dj_Spari_Festa

In seguito a vari accertamenti i Carabinieri hanno ispezionato l’abitazione di uno stabile circostante, di proprietà di un pensionato romano. Hanno rinvenuto, oltre alla carabina, 10 fucili da caccia non custoditi come previsto dalla legge. Le armi sono state immediatamente sequestrate. Non è ancora chiaro, tuttavia, se a sparare sia stato lui o qualcun altro presente in casa nella notte di venerdì.

Il dj, dopo qualche giorno, ha deciso di tornare in Francia per farsi operare. Nella spalla è rimasto conficcato un proiettile di circa 5 mm di diametro, da rimuovere con intervento chirurgico.

I Carabinieri del comando di Piazza Venezia hanno inviato alla procura di Roma una dettagliata informativa sull’accaduto. In attesa di ulteriori sviluppi delle indagini, l’88enne è stato denunciato per omessa custodia di armi.