Tre Allegri Ragazzi Morti a Villa Ada

0
tre allegri ragazzi morti
www.repubblica.it

Stasera 28 luglio, nella splendida location di Villa Ada, la band dei Tre Allegri Ragazzi Morti proporrà il loro terzo lavoro ”Inumani”  

tre allegri ragazzi morti
www.priski.it

Inumani è il terzo capitolo della trilogia iniziata nel 2010 dai Tre Allegri Ragazzi Morti, preceduto da ”Primitivi del futuro” e ”Nel giardino dei fantasmi”. Come gli altri, anche questo disco, mette in evidenza l’eclettica attitudine musicale dei Tre, poiché sarà un mix di rock, reggae, folk, funk e soul e una vera e propria cumbia che ha visto la partecipazione di Lorenzo Cherubini (Jovanotti).

Inumani racconta personaggi, luoghi e battaglie: spesso narrato al femminile, tocca temi che hanno a che fare con i nostri sogni, le nostre ambizioni, le nostre ferite esorcizzate dal potere della musica. Il titolo è un omaggio all’epica americana dei supereroi nell’invenzione più visionaria del grande Jack Kirby, autore di fumetti.

Saranno i Kutso, con il loro linguaggio musicale scherzoso, provocante, frenetico, gioioso, solare ed irriverente ad aprire il concerto. Le loro performance sono veri e propri mix di nonsense, travestimenti, movimenti sfrenati che trasportano il pubblico in un’atmosfera surreale e sgangherata.

I Tre Allegri Ragazzi Morti nascono nel 1994 a Pordenone per iniziativa del chitarrista-fumettista Davide Toffolo appoggiato dal batterista Luca Masseroni ( in arte Luca Casta) a cui si aggiungerà il bassista Enrico Molteni. Fioriscono in un periodo particolarmente attivo della scena punk italiana, infatti saranno quasi subito notati dalle case discografiche. Ma già dal 2000 decidono di creare una loro etichetta discografica La Tempesta dei dischi che attualmente pubblica anche lavori del Teatro degli Orrori, Giorgio Canali, Le luci della centrale elettrica. Nel 2010 l’etichetta viene insignita del PIMI, premio per la migliore etichetta indipendente.

tre allegri ragazzi morti 1
www.hittesti.com

La band ha deciso di non donare la propria immagine ai media e di immaginarsi dentro la matita di Davide Toffolo e di nascondersi dietro maschere che ritraggono teschi divenute feticcio e simbolo dell’immaginario evocato dai loro testi e soprattutto, durante i concerti, pregano il pubblico affinché non scattino foto nel momento in cui si tolgono le maschere per salutare.

Per il tour estivo e saranno affiancati da altri  ”ragazzi morti”: alla tastiera Federico ”Tich” Gava, l’incredibile chitarra di Adriano Viterbini e la chitarra, charango e ukulele di Monique ”Honeybird”Mizrahi.

Sarà possibile acquistare i biglietti cliccando QUI.