Shakespeare va in scena a Villa Borghese

0

Torna anche quest’anno sul palco del “Silvano Toti Globe Theatre” l’opera di William Shakespeare “IL MERCANTE DI VENEZIA”, tradotto e diretto da Loredana Scaramella

William Shakespeare sbarca a Roma nella splendida cornice di Villa Borghese in queste ultime settimane di estate. Da giovedì 24 agosto infatti, fino al 10 settembre (con le eccezioni del 28 agosto e del 4 settembre), le mitiche figure di Shylock, del mercante antonio, di Bassanio e della sua amata Porzia animeranno il palco dell’ovale della Villa con le intricate vicende ambientate tra Venezia e Belmonte.

Shakespeare

La stagione 2017 del “Silvano Totti Globe Theatre“,  nato nel 2003 grazie all’impegno dell’Amministrazione Capitolina e della Fondazione Silvano Toti per una geniale intuizione di Gigi Proietti, è promossa dall’Assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale con la produzione di Politeama srl L’organizzazione e comunicazione è a cura di Zètema Progetto Cultura.

Dentro lo spettacolo…

La regista Loredana Scaramella ha parlato cosi del suo spettacolo: “Nelle molte versioni del Mercante di Venezia che ho visto, il personaggio di Shylock, grandissimo per concezione, scrittura e per il fascino creato attorno alla sua figura da straordinarie interpretazioni, ha avuto sempre una posizione centrale, tanto da creare spesso nel pubblico di oggi l’equivoco che sia lui il protagonista dell’opera. Antonio, il Mercante del titolo, si è trasformato in un ruolo subordinato e sbiadito. Ma l’indicazione di Shakespeare è diversa, ed è una strada che merita di essere esplorata. Inoltre la memoria dell’esperienza terribile dell’Olocausto porta istintivamente a considerare Il Mercante di Venezia lo spunto per una riflessione sulla discriminazione antisemita subita a più riprese dal popolo ebraico, di cui Shylock diventa l’incarnazione ideale. E’ questo ad aver accentuato negli ultimi decenni il colore drammatico delle messe in scena di un testo che ha invece un carattere di commedia“. 

Shakespeare