La Sapienza: l’ultima lezione del professore Luca Serianni

0

Il professor Serianni lascia La Sapienza con la sua ultima lezione

Mercoledì 14 giugno, presso l’aula 1 della Facoltà di Lettere, Luca Serianni ha tenuto la sua lezione di congedo prima della pensione.

La sua ultima effettiva lezione l’aveva tenuta lunedì 22 maggio, ricevendo un curioso omaggio dai suoi studenti (il nostro articolo qui).

L’aula era colma di persone: studenti e studiosi di tre o quattro generazioni circondavano l’aula del professore.

La commozione in aula

Luca Serianni ha esordito ringraziando tutti i presenti, ma non solo: parole commoventi sono state riservate dal docente nei confronti di Arrigo Castellani di cui è stato allievo: «È stato il mio maestro. Il suo proverbiale rigore e la sua meticolosità nei dettagli hanno inciso profondamente nel mio percorso».

Luca Serianni ha poi voluto ricordare Ignazio Baldelli: «Il suo profilo di studioso attento della lingua italiana ha sempre suscitato in me quell’interesse che ho poi coltivato negli anni».

Tema della lezione: l’insegnamento

Luca Serianni ha voluto sottolineare l’importanza della figura del docente, che ha il compito di formare gli allievi; e di come siano importanti gli esami, sia per gli studenti che per i professori:«Ognuno insegna qualcosa all’altro e chi sceglie di fare l’insegnante non può permettersi il lusso di essere pessimista, perché ogni allievo è una risorsa preziosa».

Al termine della lezione, Serianni ha rivelato a Pontilenews: «Facendo questo mestiere una parte notevole delle cose che si apprendono, che si mettono a frutto, nasce proprio dal contatto con gli studenti».

Poi ha aggiunto: «Cosa ho lasciato io agli studenti? Questo bisognerebbe chiederlo a loro. Quello che ho cercato di insegnare, al di là i dati specifici, è sicuramente un certo rigore nell’affrontare l’analisi del testo».