Home » Attualità » Tutela delle Acque: adottato aggiornamento dello PTAR
tutela delle acque

Tutela delle Acque: adottato aggiornamento dello PTAR

L’aggiornamento al Piano di Tutela delle Acque Regionale (PTAR) è finalizzato a migliorare la qualità delle acque per tutelare sia l’ambiente che la salute

La giunta della Regione Lazio ha deciso di adottare gli aggiornamenti proposti dall’assessore all’ambiente Mauro Buschini sul Piano di Tutela delle Acque Regionale (PTAR).

Lo PTAR, adottato dalla Regione Lazio dal 2014, ha come obiettivo il mantenimento e il ripristino della risorsa idrica, compatibilmente con gli usi e le attività socio-economiche delle popolazioni della regione, e contiene le misure necessarie per la tutela del sistema idrico, secondo le norme incluse nella Parte Terza del D.Lgs 152/06, nominato “Testo unico Ambientale“.

L’obiettivo della normativa è quello di raggiungere livelli di qualità ambientale tali da non produrre rischi per la salute né avere impatti nocivi sull’ambiente, al fine di garantire un uso sostenibile delle risorse idriche e di preservarne l’integrità per le generazioni future.

Il piano adottato è stato realizzato in collaborazione fra la RegioneARPA Lazio nell’ambito delle fasi di consultazione previste dalla Valutazione Ambientale Strategica, coinvolgendo oltre 40 soggetti competenti in materia ambientale che hanno fornito il loro contributo professionale attraverso suggerimenti e osservazioni che sono stati valutati e intregrati nell’aggiornamento.

L’assessore Buschini ha spiegato che gli aggiornamenti del Piano di Tutela delle Acque Regionali sono finalizzati a migliorare l’attuazione della normativa vigente, in modo da integrare le tematiche ambientali in altre politiche di settore, quali quello agricolo e industriale, nelle decisioni in materia di pianificazione utilizzo del suolo, assicurando anche una maggiore informazione per i cittadini sulle tematiche ambientali attuali.

L’aggiornamento dello PTAR specifica anche una serie di misure da applicare nell’immediato futuro, tra le quali: interventi di ampliamento e di completamento del trattamento delle acque reflue, l’integrazione dei dati delle reti di monitoraggio ecologico, ambientale ed idrologico con le misure dei prelievi idrici e l’avvio di progetti di ricerca e di educazione ambientale per la promozione del risparmio idrico.


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre notizie e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Massimo Maniscalco

Nato nel 1987 ad Ancona, Trasferito a Perugia per l'università dove conosce il mondo delle arti marziali e si laurea in chimica Organica. Appassionato di sport, ma anche di filosofia orientale, scienza e cucina.

Check Also

terremoto

Terremoto centroitalia: aggiornamenti dopo la forte scossa di ieri alle 14:33

Terremoto centroitalia: il sisma non si arresta e ieri è arrivata la quarta scossa. Popolazioni …