Ultime notizie
Home » Attualità » Laboratori Sanità: Al via il nuovo Hub che connetterà diverse strutture sanitarie
laboratori

Laboratori Sanità: Al via il nuovo Hub che connetterà diverse strutture sanitarie

La rete che connetterà i laboratori del lazio sarà formata da 8 hub, per velocizzare e migliorare la qualità dei servizi offerti dalle strutture

Ieri, all’Ospedale Pertini, è stato inaugurato il primo hub del Lazio. Continua la riforma dei laboratori pubblici, riorganizzando la rete in 8 hub e 27 spoke, in applicazione della direttiva nazionale.

Questa nuova rete dei laboratori permetterà una comunicazione più rapida ed efficace fra le strutture, migliorando la qualità dei servizi offerti grazie ad una maggiore sinergia tra le strutture connesse.

Il nuovo hub al Pertini garantirà l’esecuzione di esami nei 17 centri prelievi nell’area della Asl Rm2 e Rm5, compresi il carcere di Rebibbia, i presidi ospedalieri di Tivoli, Palestrina, Colleferro, Subiaco Monterotondo.

Le reti regionali, tramite i nuovi hub e spoke, avranno una capacità produttiva compresa tra i 7 e 12 milioni di esami all’anno e saranno dotate di tecnologie all’avanguardia, in grado di garantire ogni tipologia diagnostica con qualità elevata e con un risparmio stimato del 25-30% rispetto al sistema attuale.

La nuova rete tra i laboratori permetterà anche una maggiore integrazione tra ospedale e territorio. Tutti i centri prelievo del territorio, compresa la rete delle case della salute, saranno collegate agli hub di riferimento, e tramite il sistema Escape sarà possibile avere la refertazione immediata e automatica in ogni laboratorio.

I Costi dell’intervento

La realizzazione dell’opera ha comportato una spesa di 2 milioni e 800 mila euro, su un’area di circa 2000 metri quadri. Gli interventi più importanti hanno coinvolto il recupero di infrastutture e materiali presenti nel Presidio, sede del Laboratorio di Virologia regionale per la sicurezza trasfusionale.

Il prossimo passo per l’aggiornamento della rete sarà l’apertura dell’Hub presso l’ospedale S. Eugenio, la cui rete si sviluppa tra la ASL Roma 2 e la ASL Roma 6, con un bacino di 10 milioni di test all’anno.
Questo secondo intervento renderà la Regione Lazio un’avanguardia nazionale, con disponibile in tempi brevi un livello di copertura molto elevato per la diagnostica di laboratorio, a costi notevolmente ridotti.


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre notizie e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Massimo Maniscalco

Nato nel 1987 ad Ancona, Trasferito a Perugia per l'università dove conosce il mondo delle arti marziali e si laurea in chimica Organica. Appassionato di sport, ma anche di filosofia orientale, scienza e cucina.

Check Also

cassia

Fermato in zona Cassia l’investitore di via Flaminia

Aveva investito un uomo in via Flaminia lo scorso 18 settembre alla guida di una …